I DIRITTI DEI BAMBINI SPIEGATI AI BAMBINI

La Convenzione per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989.
Essa enuncia per la prima volta i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo1.
La convenzione è composta da 54 articoli, ma la maggior parte riguarda il modo in cui gli adulti e i Governi dovrebbero agire e collaborare per assicurarsi che i diritti di tutti i bambini e tutti gli adolescenti vengano rispettati2.
Ecco come posso essere raccontati con parole semplici ai bambini.

Articolo 1
Chi ha meno di 18 anni gode di tutti i diritti elencati nella convenzione.

Articolo 2
Ogni bambino e ogni ragazzo gode dei diritti elencati nella convenzione.
Non ha importanza chi è, né chi sono i suoi genitori.
Non ha importanza il colore della pelle, né il sesso, né la religione.
Non ha importanza la lingua che parla, né se è ricco o povero.

Articolo 3
Quando un adulto ha a che fare con un bambino, ha il dovere di agire secondo ciò che è meglio per lui.

Articolo 6
Tutti dovrebbero riconoscere che hai il diritto di vivere.

Articolo 7
Ogni bambino ha il diritto ad avere un nome, e al momento della sua nascita, il suo nome, il nome dei suoi genitori e la sua data dovrebbero venire scritti.
Ha il diritto di avere una nazionalità e il diritto di conoscere i suoi genitori e di venire accudito da loro.

Articolo 9
Ogni bambino non dovrebbe venire separato dai suoi genitori, a meno che non sia per il suo bene.
Per esempio, i genitori potrebbero fargli del male o non prendersi cura di lui. Inoltre, se i genitori decidessero di vivere separati e se il bambino dovesse abitare con uno solo di essi, egli ha il diritto di vedere e contattare facilmente l’altro.

Articolo 10
Se il bambino e i genitori vivono in nazioni diverse, ciascuno ha il diritto di ritornare assieme a vivere nello stesso posto se ciò comporta la cosa migliore per il bambino.

Articolo 11
Nessuno ha il diritto di rapire un bambino.
Se un bambino dovesse essere rapito, il governo del suo paese dovrebbe fare di tutto per liberarlo.

Articolo 12
Quando gli adulti prendono una decisione che riguarda un bambino in qualsiasi maniera, il bambino ha il diritto di esprimere la sua opinione e gli adulti devono prenderla in considerazione.

Articolo 13
Ogni bambino ha il diritto di imparare e di esprimersi per mezzo della parola, della scrittura, dell’arte ecc, a meno che queste attività non danneggino i diritti altrui.

Articolo 14
Ogni bambino ha il diritto di pensare quello che vuole e di appartenere alla religione che preferisce.
I genitori dovrebbero aiutarlo a distinguere tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Articolo 15
Ogni bambino ha il diritto di incontrare altre persone, di fare amicizia con loro e di fondare delle associazioni, a meno che questo non danneggi i diritti altrui.

Articolo 16
Ogni bambino ha il diritto ad avere una vita privata.
Per esempio, ha il diritto ad avere un diario che gli altri non hanno il diritto di leggere.

Articolo 17
Ogni bambino ha il diritto di raccogliere informazioni dalle radio, dai giornali, dalla televisione, dai libri di tutto il mondo. Gli adulti dovrebbero assicurarsi che ogni bambino riceva delle informazioni che è in grado di capire.

Articolo 18
I genitori dovrebbero collaborare per allevare ogni bambino e dovrebbero agire secondo quello che è meglio per il bambino.

Articolo 19
Nessuno dovrebbe fare del male ad un bambino in nessun modo. Gli adulti dovrebbero assicurarsi che ogni bambino sia protetto da abusi, violenze e negligenze. Nemmeno i genitori hanno il diritto di fare del male ad un bambino.

Articolo 20
Se un bambino non ha i genitori o se vivere con loro è pericoloso per lui, egli ha il diritto di essere protetto e aiutato in modo speciale.

Articolo 21
Se un bambino deve essere adottato, gli adulti hanno il dovere di assicurarsi che vengano scelte le soluzioni più vantaggiose per lui.

Articolo 22
Se un bambino è un rifugiato (se deve cioè lasciare la sua nazione perché viverci sarebbe pericoloso per lui), ha il diritto di essere protetto e aiutato in modo speciale.

Articolo 23
Se un bambino ha una disabilità, fisica o psichica, ha diritto a cure speciali e a un’istruzione speciale che gli permettano di crescere come gli altri bambini.

Articolo 24
Ogni bambino ha il diritto di godere di buona salute.
In altre parole, egli ha il diritto di ricevere cure mediche e farmaci quando è malato. Gli adulti dovrebbero fare di tutto per evitare che ogni bambino si ammali, in primo luogo nutrendolo e prendendosi cura di lui.

Articolo 27
Ogni bambino ha il diritto ad uno standard di vita sufficientemente buono.
In altre parole, i genitori hanno l’obbligo di assicurargli cibo, vestiti, alloggio ecc.
Se i genitori non possono permettersi queste cose, il governo dovrebbe aiutarli.

Articolo 28
Ogni bambino ha il diritto di ricevere un’istruzione, un’istruzione primaria che deve essere gratuita.
Egli dovrebbe anche poter andare alla scuola secondaria.

Articolo 29
Lo scopo dell’istruzione è di sviluppare al meglio la personalità di ogni bambino, i suoi talenti e le sue capacità mentali e fisiche.
L’istruzione dovrebbe anche preparare ogni bambino a a vivere in maniera responsabile e pacifica in una società libera, nel rispetto dei diritti altrui e nel rispetto dell’ambiente.

Articolo 30
Se un bambino appartiene ad una minoranza, ha il diritto di mantenere la sua cultura, di professare la sua religione e di parlare la sua lingua.

Articolo 31
Ogni bambino ha il diritto di giocare.

Articolo 32
Ogni bambino ha il diritto di essere protetto dal lavorare in posti o in condizioni che possano danneggiare la sua salute o che possano impedire la sua istruzione.
Se il suo lavoro produce un guadagno, egli dovrebbe essere pagato in modo adeguato.

Articolo 33
Ogni bambino ha il diritto di essere protetto dalle droghe illegali e dalle attività volte a produrre e spacciare droghe.

Articolo 34
Ogni bambino ha il diritto di essere protetto dagli abusi sessuali.
In altre parole, nessuno ha il diritto di fare nulla al suo corpo contro la sua volontà; ad esempio, nessuno può toccarlo e fare fotografie o fargli dire cose che il bambino non vuole dire.

Articolo 35
A nessuno è permesso rapire o vendere un bambino.

Articolo 37
Anche se un bambino fa qualcosa di sbagliato, a nessuno è permesso di punirlo in una maniera che lo umili o lo ferisca gravemente.
Nessun bambino dovrebbe mai essere richiuso in prigione, se non come rimedio estremo.
Se egli dovesse essere rinchiuso in prigione, ha diritto ad attenzioni speciali e a visite regolari della sua famiglia.

Articolo 38
Ogni bambino ha il diritto di essere protetto in tempo di guerra.
Se egli ha meno di quindici anni, non dovrebbe mai fare parte di un esercito né partecipare a battaglie.

Articolo 39
Se un bambino è stato ferito o trascurato in qualsiasi maniera, per esempio in guerra, egli ha diritto ad un trattamento speciale e ad attenzioni speciali.

Articolo 40
Ogni bambino ha il diritto di difendersi se è stato accusato di aver commesso un crimine.
La polizia, gli avvocati e i giudici in aula dovrebbero trattarlo con rispetto e assicurarsi che egli capisca tutto quello che sta succedendo.

Articolo 42
Tutti gli adulti e tutti i bambini dovrebbero sapere che esiste questa convenzione.
Ogni bambino ha il diritto di sapere quali sono i suoi diritti e anche gli adulti dovrebbero conoscerli.


Note:
1http://www.unicef.it/doc/599/convenzione-diritti-infanzia-adolescenza.htm
2Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Condividi!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Compila il form sottostante con i dati richiesti per ricevere i miei articoli e gli eventi a cui partecipo.


Ti Ascolto

10 + 14 =

Contatti

Ricevo a Milano in Via Redi 29, c/o lo Studio Invictus.

Per informazioni e/o appuntamento, chiamami al numero +39 349.13.21.282 oppure compila il form accanto.

Studio Invictus