LA FAMIGLIA ADOTTIVA: 3 COMPITI FONDAMENTALI

Il processo di formazione di una famiglia adottiva è lungo e spesso ricco di difficoltà.
Il primo passo che attende la coppia genitoriale nel percorso verso questo obiettivo è sentirsi legittimati a curare e crescere il figlio adottivo, ovvero “legittimarsi nel proprio ruolo”.
Volendo usare una metafora, è come se esistesse una sedia per ciascuno dei componenti la coppia adottiva: una deputata alla madre e una deputata al padre.
Due sedie, entrambe vuote.
E’ importante che il genitore adottivo abbia ben presente questo concetto.
Indipendentemente dalla causa, il genitore biologico ha ormai lasciato quella sedia e il genitore adottivo ha tutti i diritti di occupare un posto che altrimenti rimarrebbe vuoto.
Non si tratta, quindi, di mandar via o rimpiazzare nessuno in un ruolo: il genitore adottivo arriva nel momento in cui quella sedia è già stata lasciata.
Occorre quindi avere ben presente la distinzione tra chi genera e chi cresce.
Occupata quella sedia, il genitore adottivo assume il ruolo genitoriale di colui che fa crescere, “legittimato” dalla rinuncia operata dal genitore che ha generato.
Ecco dunque che vengono a delinearsi tre compiti che il genitore adottivo è chiamato ad assolvere a favore di suo figlio.

Compito riparativo
Ogni bambino che arriva all’adozione porta dentro di sé la ferita dell’abbandono, dove la perdita improvvisa dei punti di riferimento e la percezione di essere rifiutato hanno segnato profondamente il suo percorso di crescita 1.
I genitori adottivi hanno la funzione di fornire al bambino una chiave di interpretazione dei fatti accaduti e di aiutarlo ad elaborare la sofferenza dell’abbandono e la costruzione della sua identità come figlio adottivo. Questa capacità della coppia deriva dall’abilità di mettere in parola i sentimenti, gli stessi sentimenti di lutto che essi hanno vissuto e sperimentato confrontandosi con la sterilità 2. E’ così che genitori e figlio si riconoscono reciprocamente nell’altro, si accolgono e si riconoscono come famiglia.

Compito narrativo
I bambini adottivi hanno una propria storia alle spalle, unica e particolare per ciascuno, che i genitori hanno il delicato compito di custodire finché non avranno un’età sufficiente per comprenderla.
Nel frattempo essi hanno il dovere di raccontargliela con metafore e termini adatti all’età, evento che permette al bambino di sentirsi parte di quella nuova famiglia e questo racconto dovrà essere negli anni modificato ma soprattutto arricchito 3.
Altrettanto importante è narrare al figlio la storia d’amore dei genitori adottivi, come si sono conosciuti e uniti, affinché egli possa comprendere le sue origini all’interno della famiglia adottiva che costituiranno la base per lo sviluppo della sua identità.

Compito contenitivo
Questa parte si rende necessaria in adolescenza, periodo particolare sia per la vita del ragazzo che per la vita familiare. Qui il ragazzo sviluppa la propria identità costruendo un ponte tra passato e futuro, operando una sorta di verifica di tutto il suo percorso di adozione. Egli deve rielaborare la sua storia in termini nuovi, elaborare l’abbandono ponendo nuove domande per non rimanervi imbrigliato, rivedere il suo senso di appartenenza alla famiglia adottiva per riuscire poi a separarsene.
I genitori adottivi devono tornare a fare i conti con quelli biologici che hanno creduto di poter sostituire e si possono sentire traditi e di non bastare più al proprio figlio.
L’abilità di contenere si traduce quindi nella capacità di tollerare la rabbia e l’aggressività tipiche di questa fase, consapevoli che si trattano di emozioni riferite ai genitori biologici assenti. Questo però non deve minare la consapevolezza dei genitori del valore del proprio ruolo e delle loro capacità, riconoscendo dietro questi atteggiamenti null’altro che il bisogno del ragazzo di risposte.


1BOSI S., GUIDI D., (1992) Guida all’adozione. Pp. 15-28.
2BOSI S., GUIDI D., (1992) Guida all’adozione. Pp. 15-28 / PARADISO L.,(1999). Prepararsi all’adozione. Le informazioni, le leggi, il percorso formativo personale e di coppia per adottare un bambino / VADILONGA F., (2004) Abbandono e adozione. In Terapia familiare.
3OLIVIERO FERRARIS A., (1999). Il cammino dell’adozione.

25 Commenti

  1. marizonilogert

    Regards for all your efforts that you have put in this. very interesting info .

    Rispondi
  2. cbd lausanne

    I haven?¦t checked in here for a while since I thought it was getting boring, but the last few posts are good quality so I guess I will add you back to my daily bloglist. You deserve it my friend 🙂

    Rispondi
  3. zmozero teriloren

    There are definitely a variety of details like that to take into consideration. That may be a nice level to carry up. I offer the thoughts above as normal inspiration but clearly there are questions just like the one you deliver up where crucial thing might be working in trustworthy good faith. I don?t know if greatest practices have emerged round issues like that, but I’m sure that your job is clearly identified as a fair game. Each boys and girls really feel the impression of only a second’s pleasure, for the remainder of their lives.

    Rispondi
  4. Sunrise Guardian

    Thanks for the marvelous posting! I actually enjoyed reading it, you are a great author.I will make certain to bookmark your blog and may come back from now on. I want to encourage continue your great job, have a nice weekend!

    Rispondi
  5. The Best Places to find a Girlfriend in Bangkok (Thailand)

    Hi, just required you to know I he added your site to my Google bookmarks due to your layout. But seriously, I believe your internet site has 1 in the freshest theme I??ve came across. It extremely helps make reading your blog significantly easier.

    Rispondi
  6. web writer

    It’s the best time to make some plans for the future and it is time to be happy. I have read this put up and if I may I wish to recommend you some fascinating things or tips. Perhaps you could write next articles referring to this article. I wish to read even more issues approximately it!

    Rispondi
  7. The Best Places to Take Photos in Shanghai (China)

    An attention-grabbing discussion is price comment. I think that it is best to write more on this subject, it might not be a taboo subject however typically individuals are not enough to speak on such topics. To the next. Cheers

    Rispondi
  8. Top Places to own a Vacation Home in Chon Buri (Thailand)

    Woah! I’m really loving the template/theme of this website. It’s simple, yet effective. A lot of times it’s challenging to get that “perfect balance” between user friendliness and visual appeal. I must say you’ve done a very good job with this. Also, the blog loads very fast for me on Opera. Outstanding Blog!

    Rispondi
  9. Nürnberg

    Hey there, You’ve performed an excellent job. I’ll definitely digg it and in my opinion recommend to my friends. I am sure they will be benefited from this website.

    Rispondi
  10. The Best Dessert Places in Huaian (China)

    It is really a nice and useful piece of information. I am happy that you simply shared this helpful info with us. Please stay us informed like this. Thanks for sharing.

    Rispondi
  11. contabilità Online

    Loving the info on this web site, you have done outstanding job on the articles.

    Rispondi
  12. commercialista Online

    As I website owner I believe the subject matter here is real good, thanks for your efforts.

    Rispondi
  13. stone-islandestore.com

    I’m still learning from you, as I’m improving myself. I definitely love reading everything that is posted on your site.Keep the posts coming. I enjoyed it!

    Rispondi
  14. pornodom.top

    I’m extremely pleased to discover this website. I wanted to thank you for ones time just for this fantastic read!

    Rispondi
  15. Top Places to find Love in Cuernavaca (Mexico)

    I haven’t checked in here for a while as I thought it was getting boring, but the last several posts are good quality so I guess I’ll add you back to my everyday bloglist. You deserve it my friend 🙂

    Rispondi
  16. The Best Breakfast Places in Milwaukee (United States)

    I do accept as true with all of the ideas you have presented for your post. They are really convincing and can definitely work. Still, the posts are too brief for beginners. May just you please lengthen them a bit from subsequent time? Thanks for the post.

    Rispondi
  17. InessaprKa

    coursework website
    [url=”https://brainycoursework.com”]coursework writer uk[/url]
    coursework writing services

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Compila il form sottostante con i dati richiesti per ricevere i miei articoli e gli eventi a cui partecipo.


Ti Ascolto

14 + 9 =

Alessia Manara - MioDottore.it

Contatti

Ricevo a Monza (zona San Fruttuoso), Lissone centro e a Vimercate.

Per informazioni e/o appuntamento, chiamami al numero +39.349.13.21.282, mandami una mail all'indirizzo alessiamanara.psy@gmail.com oppure compila il form accanto.